Ge.M.M.A. - Riconoscimento utente (login)  Apri per il login

Vantaggi ottenibili portando l'azienda ed il suo software in "Internet"

Talvolta per le aziende Internet è "qualcosa da fare", nonostante il perché farlo sia un po' nebuloso, l'idea non è sbagliata, ma vediamo di spiegarne le molteplici valide ragioni, per non far pensare che sia solo una questione di moda o di immagine.

Prima d'elencare i vantaggi ottenibili tramite Internet, bisogna dire che si possono individuare 4 azioni che un'attività economica può attuare per definirsi "in Internet". Ognuna di queste azioni porta differenti benefici e possono essere attuate anche separatamente e gradualmente.

Le azioni sono:

  1. la creazione di un sito internet;
  2. la vendita online;
  3. l'uso tramite Internet di software utile all'attività;
  4. lo spostamento sulla rete internet di tutto il software funzionale alla gestione aziendale, integrando tra loro le diverse funzioni e mansioni a cui il software è adibito.

A questo punto è necessario spiegare cosa implicano queste azioni. Coloro ai quali fosse già chiaro, possono saltare i prossimi paragrafi e leggere direttamente "Internet ed i suoi vantaggi".



Nomenclatura

Non è nostro scopo trattare in modo approfondito degli argomenti d'informatica di base, ma per garantire a tutti una buona comprensione di quanto andremo a scrivere riportiamo qui alcuni concetti, anche se a molti potranno apparire banali, nel qual caso potete subito saltare al paragrafo seguente "Cosa e come farlo".

La spiegazione dei seguenti termini di base è volutamente generalizzata e semplificata, ma da queste informazioni, fino anche alle più complesse che trattiamo, siamo sempre disponibili a fornire ai nostri clienti chiarimenti, approfondimenti, materiale didattico, orientamenti e consigli. Farci capire è uno dei nostri principi, a cui segue il mantenere fede a quanto diciamo.

Il termine generico "computer" comprende qualsiasi dispositivo (hardware) in grado d'eseguire procedure automatiche (programmi) e di memorizzare e scambiare dati. Il termine comprende quindi: personal computer (PC), computer portatili (laptop, notebook), tablet e smartphone. I programmi, o software, danno vita al computer consentendoci di usarlo nelle più disparate maniere.

Il sistema operativo (OS) di un computer è il primo programma che viene eseguito dopo l'accensione e che rimane permanentemente in esecuzione fino allo spegnimento, perché funge da interfaccia tra tutti gli altri programmi ed il computer stesso (l'hardware). In questo modo i programmi sviluppati per l'uso umano (software applicativo) non necessitano di conoscere ogni tipo di computer, perché i diversi sistemi operativi forniscono loro un'interfaccia standard. Esempi di sistemi operativi sono: Microsoft Windows, Apple OS X, Google Android, Linux, ecc... Rientrano nella categoria del software applicativo tutta la miriade di programmi per uso d'ufficio e personale, che possono essere per fruitori generici, come ad esempio è Microsoft Office, o dedicati a specifici scopi od aziende.

S'intende "rete di computer", quando 2 o più computer sono tra loro connessi, ossia in grado di comunicare scambiandosi dei dati. La connessione può indistintamente avvenire tramite cavo o via etere (wireless).

Internet è una rete di computer mondiale ad accesso pubblico, che rende disponibili numerosi servizi.

Web è l'abbreviazione di World Wide Web (Grande Rete Mondiale), in sigla WWW, è il più importante tra i servizi di Internet ed è identificabile nell'insieme vastissimo di contenuti, tra loro collegati (ipertesto), che è possibile consultare (navigare), oltre ad altri servizi accessibili a tutti o ad una parte selezionata di utenti (contenuti e funzioni protette da login). L'importanza di questo servizio si evince anche dal fatto che spesso "Internet" e "Web" vengono usati come sinonimi, anche se tecnicamente è errato.

La posta elettronica (e-mail) è un altro importante servizio di Internet.

Un sito web non è altro che l'insieme delle informazioni che il proprietario vuole fornire ai vistatori/navigatori del sito. Queste informazioni riguardano in genere l'attività del proprietario e servono per presentarla al pubblico. I contenuti di un sito sono assemblati in un insieme di pagine web tra loro correlate e collegate.

Il Browser (Navigatore) è un programma che eseguito sul computer dell'utente, gli consente di navigare nel Web, permettendo di visualizzare i contenuti delle pagine web e talvolta d'interagire con esse, o meglio con chi sta dietro queste pagine, il proprietario del sito web. Esempi di Browser sono: Microsoft Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, Apple Safari, ecc...

L'età moderna è contraddistinta da contenuti Web 2.0, o Web dinamico, ossia dalla presenza di pagine con le quali è possibile interagire, cioè, fornire dei dati in appositi campi preposti per la scrittura (campi di input) e ricevere dati di risposta personalizzati per noi. In breve, lo scambio di dati è bidirezionale, ed è quanto accade quando si fa un acquisto via Internet, quando ci si registra su un sito per poi ricevere servizi, quando si usano social network o programmi di comunicazione. Si parla invece di contenuti Web 1.0, o Web statico, riferendosi a quelle pagine di sola lettura per l'utente navigatore, che servono ad informare l'utente, che può chiedere e leggere quanto desidera ma non interagisce con il gestore del sito web. In breve, lo scambio di dati è prevalentemente monodirezionale.

Il Web 2.0 si concretizza nelle applicazioni web, che non sono altro che programmi scritti con opportune tecniche di programmazione web, posti all'interno delle pagine visualizzate dal Browser.

Con un moderno sito web, cioè corredato da una o più applicazioni, il proprietario può consentire ai suoi visitatori/clienti d'interagire con una sua privata base dati, in sola lettura o anche in scrittura. Con queste interazioni il proprietario è in grado d'erogare servizi tramite Internet, gratuiti o a pagamento. E' cosi, ad esempio, che si realizza la vendita online, la sottoscrizione di servizi d'informazione (newsletter), l'uso di servizi di comunicazione interpersonale, l'home banking e molto altro. La base dati è in genere parte di quella che serve ad organizzare l'attività aziendale, che prima del Web veniva integralmente aggiornata e gestita solo dal personale dell'azienda.

Il dialogo tra due computer in rete, in genere, avviene sempre a diverso livello di priorità/importanza, uno dei due (server) possiede i dati, o i programmi, che l'altro (client) vuole usare.

Un server web è un servizio di Internet che si occupa di fornire, su richiesta dell'utente (client), risposte e file di qualsiasi tipo, tra cui pagine web, visualizzabili sul computer dell'utente tramite il Browser. Un server web è, per estensione del concetto, il computer su cui è in esecuzione il software dedicato a tale scopo. In relazione alla natura pubblica di Internet, un requisito dei server web deve essere la loro raggiungibilità/disponibilità in rete con continuità, senza interruzioni temporali.

Un Internet Service Provider (fornitore di servizi Internet), in sigla ISP, è una struttura commerciale che offre agli utenti (residenziali od imprese) servizi inerenti Internet, dietro la stipulazione di un contratto di fornitura, i principali servizi forniti sono l'accesso ad Internet e la posta elettronica.

Hosting, dall'inglese "to host", ospitare, è il servizio fornito dagli Internet Service Provider che consiste nell'allocare su un loro server web le pagine e le applicazioni che costituiscono un sito web, rendendolo così accessibile dalla rete Internet. In un contratto di hosting, che normalmente ha un costo di noleggio annuale, sono sempre compresi alcuni servizi aggiuntivi di base, tipo la posta elettronica, ossia la possibilità di creare indirizzi e-mail legati al sito web ospitato. L'offerta dell'Internet Service Provider può essere poi completata con altri servizi, inclusi o a pagamento, per realizzare funzioni particolari o per aumentare gli spazi concessi al sito o la velocità d'accesso ad esso.

Per coloro che volessero approfondire gli aspetti organizzativi e tecnici legati alla preparazione di un sito web suggeriamo la lettura della nostra pagina "Sito internet".



Cosa e come farlo

Prima di tutto vogliamo concentrare nel seguente paragrafo il senso di "essere in Internet", poi entrare nel merito del come farlo. Leggendo il paragrafo a seguire vi chiediamo un atto di fiducia verso di noi, che abbiamo studiato a lungo l'ambiente online e continuiamo a farlo. Potremmo anche elencarvi decine, se non centinaia, di articoli di svariati professionisti del mercato online, da diverse nazioni, che in modo più articolato e complesso sostengono quello che riteniamo, ed esponiamo come, il principio di base per affrontare Internet, ma ci sembra una referenza sterile ed inutile. Quindi veniamo ai fatti.

Primo: non pensate che Internet non sia alla vostra portata. Avete sicuramente il tempo e gli strumenti professionali ed economici per raggiungere il risultato.

Secondo: è indispensabile, per ottenere grossi risultati e consensi dai potenziali clienti, spiegare attraverso Internet la vostra attività ed i vostri prodotti o servizi in maniera più chiara ed esaustiva di quanto abbiate mai fatto. Badate ai contenuti ed ai fatti, non all'apparenza. Non concentratevi solo sulla "grafica", prima viene l'informazione e la piacevolezza nell'esperienza di navigazione dei vostri contenuti ma soprattutto per gli acquisti. Quindi: 1) curare i contenuti; 2) attenzione al software che userete; 3) se c'è anche una bella confezione, la grafica, non guasta.

Finito, questi sono i postulati fondamentali. Cerchiamo di spiegarne le motivazioni.

Non dovete nascondere nulla, perché non dovete pensare "se poi sono interessati mi chiameranno", dovete progettare affinché tutto il processo di vendita sia attuato da "Internet". Dovete immaginare Internet come il vostro nuovo rappresentante di fiducia, che lavora per voi a tempo pieno, va ovunque e vi chiede la commissione di vendita più bassa che abbiate mai dato. Un rappresentante così deve essere in grado di convincere il cliente fornendogli ogni possibile informazione, non deve mai essere colto in fallo dal cliente, o ignorato perché non appare sincero, chiaro ed esaustivo su ogni possibile domanda.

Volete vendere all'estero? Prendete quanto appena detto e moltiplicatelo per due! Perché?

Primo, perché nei mercati esteri più attivi sono molto più concentrati sull'online che in Italia, e parliamo dell'Europa dell'est, Russia compresa, degli USA, dell'America Latina, della fascia araba, dei mercati asiatici e dell'Australia.

Secondo, perché Internet è il canale con cui possono assicurarsi un rapporto continuativo con voi e da cui possono ricavare tutte le informazioni e gli aggiornamenti sulla vostra attività ed i vostri prodotti.

Non conquisterete mai un cliente estero abbagliandolo con un offerta, loro sanno che la distanza è un handicap e per essere vostri clienti fedeli esigono che Internet li faccia sentire come i clienti che abitano nella vostra stessa città e che possono vedere cosa state facendo di buono. Non gli basta sapere che è "made in Italy", cercano, come fate anche voi, certezze ed hanno imparato che in Internet c'è chi gliele fornisce.

Nei mercati evoluti non è più come in Italia dove Internet è principalmente lo strumento per comprare al prezzo più basso, ma è invece un modo per trovare il miglior venditore, che non è quello che vende a minor prezzo, ma è quello che vende ciò che il cliente desidera, che lo segue e lo seguirà e che gli assicura qualità. Perché ricomprare lo stesso prodotto a 10 euro tutti gli anni non è come comprarlo a 20 euro ogni cinque anni! I mercati in crisi guardano solo al prezzo, i mercati attivi ed emergenti valutano come più importanti altri attributi del prodotto.

Non pensate di conquistare un cliente che non vi conosce stupendolo e basta, dovete fornirgli un affidabile canale di "comunicazione". Volete farlo in modo diverso da Internet? Ve bene comunque, purché ci sia. Però vi assicuriamo che vi costerà enormemente di più.

Il consumatore odierno è più furbo e maturo, specie se è all'estero, anche se vi ha incontrato, ad esempio, ad una fiera, torna a casa, dopo aver capito che ha bisogno di quel prodotto o di quel servizio, vi cerca online, perché per lui è una cosa normalissima, non vi trova o non è soddisfatto di quello che vede, rivolge il proprio bisogno immediatamente verso altri venditori e magari si sente più sicuro nel comprare, fuori Italia, lo stesso prodotto da un rivenditore "made in Italy" al doppio di quanto offerto da voi.

Quando vi parleranno di costose tecniche di posizionamento nei risultati dei motori di ricerca (tecniche SEO), è sicuramente utile, ma non fondamentale, che quando viene digitato un termine generico che può riguardare la vostra attività siate nei primi risultati forniti dai motori di ricerca, ma considerate che chi vi cerca veramente per decidere se comprare da voi o meno, sa perfettamente come trovarvi.

Basilare: volete vendere all'estero? Dovete farvi comprendere dai clienti. Non potete pensare che conoscano l'italiano né che si affidino a sistemi di traduzione automatica del contenuto del vostro sito web. Investite nelle traduzioni. Ovviamente l'inglese, ma se puntate ad uno specifico mercato fatevi tradurre nella lingua locale.

Dietro ad ogni successo non c'è solo un ottimo prodotto, ma anche il modo in cui viene presentato ai clienti, i servizi ad esso correlati e l'immagine di solidità aziendale che forniamo di noi stessi. Se decidete di essere in Internet, dovete pensare che chi vi cerca online si chiede: perché affidare i miei soldi a chi non mi dà nemmeno le informazioni di cui ho bisogno per effettuare un ordine? Se generate questa domanda potrete spendere ore per giustificarlo, ma vi assicuriamo che è tempo perso!

Quanto abbiamo appena esposto non vi deve spaventare, facendovi pensare che per voi Internet è irraggiungibile, il senso di ciò che vogliamo comunicare è che se farete questo passo verso il futuro fatelo bene, non tanto per fare. Inoltre, con tutte le nostre spiegazioni, vogliamo farvi capire che a differenza di alti strumenti per campagne di marketing e di vendita, dove dovete solo affidarvi a "diciamo professionisti", nel caso di Internet è fondamentale che siate voi a dedicare parte del vostro tempo e della vostra professionalità ad "istruire questo nuovo e potente vostro rappresentante nel mondo", perché siete voi i primi professionisti che servono per configurare una buona campagna di vendita.



--- IL SEGUITO DEL TESTO DEL PARAGRAFO E' IN FASE DI SVILUPPO ---



Internet ed i suoi vantaggi

Riepilogando, i principali e più evidenti vantaggi ottenibili da un'attività commerciale che decida di:

  • pubblicizzarsi anche attraverso Internet (sito);
  • ampliare i canali di vendita aggiungendovi quello Internet (e-commerce);
  • usare software aziendale tramite la rete Internet;
  • espletare con lo stesso software le funzioni di gestione interna e quelle d'interfaccia esterna.

Sono:

  • Possibilità di proporsi e fare offerte di vendita ad un ampio pubblico, anche internazionale, con costi estremamente bassi, e mano a mano che aumenta la propria permanenza in Internet questo rapporto diviene sempre più favorevole all'azienda ed è comunque il più vantaggioso rispetto a qualsiasi altro canale pubblicitario/divulgativo.
  • Aumentare le vendite, numericamente.
  • Convertire le vendite con clienti già fidelizzati, in una modalità ad impatto zero in azienda per quanto riguarda le dinamiche che precedono la vendita, risparmiando a volte direttamente in termini economici (spese e commissioni ad intermediari), ma sempre in termini di tempo e risorse interne, che diventano comunque fattori economici.
  • Eliminare le gravosità di gestione e manutenzione di un software interno, che sono molteplici:
    • istruzione e tempo del personale interno addetto al software, o contratti di manutenzione;
    • costo delle apparecchiature hardware proprietarie dedicate all'uso collettivo;
    • costo per la manutenzione ed aggiornamento tecnologico delle apparecchiature hardware proprietarie dedicate all'uso collettivo;
    • costo d'uso e noleggio del software ausiliario a quello aziendale (sistemi operativi, utility, ecc...);
    • costo e impegno, in termini di hardware e di tempo, per avere una politica di backup, per assicurarsi una modalità di lavoro sicuro.
  • Aumentare notevolmente la qualità della politica di backup.
  • Aumentare il livello di protezione dei propri dati, da eventuali tentativi di violazione.
  • Ridurre il carico di lavoro ordinario, sul personale interno, tramite l'unificazione del ciclo di gestione degli ordini.
  • Velocizzare l'evasione degli ordini.
  • Eliminare gli errori derivanti da operazioni manuali.
  • Aumentare la soddisfazione dei vostri clienti. Che se primariamente deve essere ottenuta, e mantenuta, dalla qualità del vostro prodotto, non deve essere inficiata dalla scadente esperienza d'acquisto.
  • Fidelizzazione dei clienti anche con motivazioni parallele alla qualità del prodotto fornito.
  • Eliminare le condizioni che generano lavoro straordinario non funzionale alle vendite, per mantenere aggiornata la propria base dati (archivio clienti, fornitori, ecc...).
  • Mantenere il controllo e la supervisione della propria attività in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo, anche al di fuori dei locali preposti. Questo consente di essere più tempestivi nelle scelte, o di potersi dedicare ad altre attività, personali o di marketing esterno.
  • Facilitare i propri dipendenti con soluzioni di telelavoro, o avvalersi di aiuti lavorativi esterni occasionali per gestire eventuali carichi di lavoro imprevisti.
  • Migliorare, automatizzare e velocizzare gli scambi di informazioni aziendali con gli eventuali collaboratori esterni (commercialista, rappresentanti, piazzisti, ecc...).
  • Anche per quanti riguarda la gestione dei rapporti con gli eventuali collaboratori esterni, come per la gestione degli ordini, in azienda ritorna un beneficio in termini di tempo, di precisione, di sicurezza ed economici (economie dirette e riduzione degli sprechi).
  • "L'immagine aziendale" è un bene aziendale, a volte anche economicamente quantificabile, di vitale importanza per il lavoro duraturo dell'attività economica, non dipende solo dal prodotto ma anche da tanti altri fattori collaterali, tutti originati dall'organizzazione che l'azienda decide di darsi e dal raffronto con i concorrenti dello stesso mercato, quindi è in continuo mutamento non solo per causa nostra, ma anche a causa di quanto fatto dagli altri "competitors". Tutti i punti sopra elencati contribuiscono a migliorare l'immagine aziendale, la qual cosa apporta un gran numero di benefici, che non stiamo qui ad elencare, ma gli imprenditori conoscono bene non solo l'importanza di migliorarla, ma la "necessità" di non deteriorarla, altrimenti il recupero diviene estremamente difficoltoso se non impossibile.